Ilaria e Alessandro

18 giugno 2016

La Storia

Lei è una amica di una mia amica, vengono tutte e 2 da Chioggia.

Ci troviamo a metà strada per parlare del servizio e fissarlo con un contratto.

Mentre parliamo, mi rendo conto della personalità e della forza di ilaria, il suo modo di fare e i suoi atteggiamenti.

Alessandro non parla molto, ma riconosco subito una certa intesa fotografica e insieme creano veramente una bellissima famiglia.

Una coppia particolare, lui mi suggerisce degli scorci classici, lei che invece azzarda dei posti stravaganti.

La cosa mi piace molto perché credo che non mi sarei annoiata.

Mi rendo conto della difficoltà del servizio, nel senso che mi viene richiesto di coprire casa della sposa, casa dello sposo, cerimonia e cena finale.

Risolvo chiamando una seconda fotografa indipendente.

1 mese prima del servizio

Mi chiama ilaria dicendomi, sai che il giorno che mi sposo ci sarà la Marchigiana, un evento che prende il centro storico compresa la chiesa dove andrò a sposarmi? e c’è la possibilità che non mi fanno entrare con la macchina.

Così dopo quella dichiarazione parte un lungo confronto tra me, la seconda fotografa e il video maker sottomarinese, quindi più informato sui parcheggi furbi e come gestire questo contrattempo.

Alla fine riesco a coordinare tutto e a gestire lo stress, purtroppo capisco che l’idea della seconda fotografa indipendente è al quanto necessario.

Il servizio

Parto da casa diretta dalla sposa, arrivo bene anche se trovo un po’ di traffico.

In casa c’è agitazione tipica prima di un matrimonio, ma aleggia una sorta di ordine supremo che aiuta a far incastrare tutti i pezzi del puzzle che è la giornata delle nozze.

Ilaria non sembra troppo agitata, il problema delle macchine per il centro chiuso rimane con un ombra oscura.

Alla fine ci muoviamo verso la chiesa storica di chioggia.

Ad aspettarla c’è Veronica, la seconda fotografa, io arrivo subito dopo a ruota.

Durante la cerimonia, mi accorgo che un raggio di sole illumina Ilaria come un segno angelico nei suoi confronti.

Il seguito è stato tutto in discesa e velocissimo, alla fine si sa che per chi sideree il tempo passa più velocemente.

Concludo la giornata realizzando una foto della neo famiglia riunita.